Crea sito

Master Izzo Vol. 6: Slash, Slash

slashcovercd

Chi ricorda il cugino Itt nella Famiglia Addams?
Parlo del cugino di Gomez, quel nano con il corpo interamente avvolto da lunghi capelli e con addosso un paio di occhiali da sole.
Dai! Non mi dite che non l’avete mai visto!

itt-03

Perchè parlo del cugino Itt? Ah, perchè una grande star del rock internazionale è figlia, o meglio figlio di tal pittoresco essere. E sapete chi è?
Saul Hudson, che poi si è rotto e ha cambiato nome in Saul Steinberg, che poi, preso dal sacro fuoco del rock, chiamandosi però Saul, mentre invece doveva, come minimo, chiamarsi Rack, è andato bello bello all’anagrafe e ha deciso il suo nome definitivo:
Ladies and gentlemen ecco a voi Slash, il più fico del bigoncio!

Da un recente studio sembra che i capelli del nostro mitico suonatore di chitarre Gibson, siano popolate da circa 350 specie animali diverse, ed inoltre, state attenti! Tenete lontani i vostri bambini dal signor Slash perchè altrimenti saranno attaccati dai pidocchi.
Ma parliamo un po’ del nostro caro Saul, o Saul o Saul mio, sta n’fronte a te, sta n’frooooooooooooo. Scusate! Perdonatemi, mi sono fatto prendere dalla mia passione per il bel canto all’italiana. Torno in me!
Nato, tirato per i capelli, a Londra.
Dopo il suo trasferimento a Los Angeles, ha imparato la chitarra da un portatore di serenate, ma nonostante lui dicesse che era un fenomeno, non se lo cagava nessuno.
Fino a quando, nel 1985, altri due geni incompresi, Axl Rose, che più che un nome sembra una pancera al profumo di rose, e Izzy Stradlin, che è la prima volta che sento nominare e quindi non so chi cacchio sia, lo chiamano per fondare una nuova Band, ovvero i Guns N’Roses.

Questo brano dedicato ai capelli del nostro mitico Slash, che sono una vera e propria giungla, rappresenta l’esordio di una band che non si sa come e non si sa perchè ha venduto complessivamente, udite udite!, 100 milioni di dischi in tutto il Mondo, di cui 45 milioni solo in America!

Nel 1996 però, avviene la rottura.
Dicono i retroscena che il motivo scatenante, che portò ad una quasi rissa, fu lo scherzo di Axl, diventato oramai Xxl, che tagliò una ciocca dei capelli di Slash, mentre il nostro eroe dormiva strafatto di camomilla decamomillizzata.
Axl viene subito arrestato mentre Slash, dopo alcune settimana di coma, si risveglia grazie alla ricrescita.

Arriva l’anno 2010 e finalmente il nostro eroe, Saul come diavolo si chiama, corona ( no Fabrizio, corona nel senso di coronare, di raggiungere), il suo sogno, fare un Album solista.
E per essere veramente da solo, coinvolge ben 45 tra cantanti e musicisti.
Tra questi Chris Cornell, Andrew Stockdale, Lemmy Kilmister, M.Shadows, Iggy Pop, Rita Forte e Matteo Becucci.

L’album dal titolo veramente criptico, di non facile comprensione, ovvero Slash, viene pubblicato il 31 Marzo 2010, anche se, il nostro eroe, voleva pubblicarlo il 32 Marzo, ma poi ha cambiato idea quando gli hanno spiegato che non esiste.

BY THE SWORD

Pur di non pagare le tasse Slash ha aperto un locale in pieno deserto e sottoterra.
Chissà se il Fisco lo scoprirà?

BACK FROM CALI

In questo splendido brano il grande Myles Kennedy grida tutto il suo dolore per i calli alle dita dei piedi che lo tormentano.

BEAUTIFUL DANGEROUS

E alla fine tutto è bene quel che finisce bene. Ci siamo tolti dai maroni Slash o Saul o come cavolo si chiamava. Grazie Fergie per questo e per aver contribuito a ridurre ulteriormente la mia vista.

Una raccomandazione. Se non sei tordone, di seguire la mia rubrica non perdere l’occasione!

Un contatto con la lingua alle girl
Stima incondizionata ( ma cavolo accendi quella cazzo di aria condizionata!) ai boy, sempre se decidono di rimanere dentro al recinto.

Master Izzo \m/

One comment on “Master Izzo Vol. 6: Slash, Slash

Comments are closed.