Crea sito

Opacità e trasparenza nella Pubblica Amministrazione di Valguarnera Quando trasparenza significa invisibilità

Il decreto legislativo Spazio di lavordel 14 marzo 2013 n. 33, recante disposizioni concernenti la trasparenza delle pubbliche amministrazioni, sancisce un significativo progresso nella direzione di un controllo diretto da parte dei cittadini sugli affari pubblici, riconoscendo esplicitamente che un tale controllo «concorre ad attuare il principio democratico e i principi costituzionali di eguaglianza», essendo «condizione di garanzia delle libertà individuali e collettive» (art. 1).

Spazio di lavoroLa posta in gioco coinvolge i valori più alti che informano la nostra Costituzione. Osserviamo che la Pubblica Amministrazione del Comune di Valguarnera ottempera soltanto in parte agli obblighi di legge. Ci corre l’obbligo civico di sollevare questo problema segnalando solo alcune delle violazioni in atto. Relativamente all’impiego delle risorse pubbliche, ciascuna amministrazione ha l’obbligo (art. 29) di pubblicare ciò che il decreto legislativo del 31 maggio 2011 n. 91 chiama Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio. La pagina del sito corrispondente a questa voce risulta bianca. Biancheggia anche la pagina corrispondente alla voce Patrimonio immobiliare (art. 30). Completamente vuote sono le pagine relative alla Performance. 

Spazio di lavoro 1_008

Relativamente alle informazioni dei componenti degli organi politici segnaliamo quanto segue: le informazioni relative allo stato patrimoniale sono assenti per la maggior parte dei consiglieri comunali e per il sindaco Sebastiano Leanza. Sono assenti i curriculum di tutti i consiglieri comunali e degli assessori in carica e del sindaco. Sono assenti a tutti i livelli le informazioni concernenti i «compensi di qualsiasi natura connessi all’assunzione della carica» (art. 14). Carenti sono le pagine relative al personale del Comune. Curriculum e compensi sono assenti per i dirigenti comunali (art. 15). In questa sede non è possibile elencare tutte le violazioni, ma ci auguriamo che il Comune di Valguarnera voglia in tempi ragionevoli rimediare a queste gravi manchevolezze.

Angelo Lamartina

Massimo Messina

Carmelo Vella